Il Vampiro

EleonoraB91

Mi trovo in una bellissima camera vittoriana, in un letto a baldacchino rosso. Un rumore mi sveglia all’improvviso, e mi alzo accendendo una candela del candelabro che avevo sul comodino, dirigendomi verso la porta della stanza. La notte fuori è tempestosa, e può essere stato benissimo un tuono o lo sbattere della pioggia sulla finestra. Apro la porta della camera e fuori nel corridoio vedo una figura maschile in ombra, alta e con un mantello nero. Rimango come ipnotizzata da questa specie di ombra misteriosa, e non riesco quasi più a muovermi. Ad un certo punto la figura avanza verso di me, e vedo così il volto di un uomo sui cinquant’anni, con i capelli lunghi castani portati all’indietro; è veramente un uomo bellissimo. L’uomo si avvicina sempre di più e io inizio ad indietreggiare in camera, fino a quando non sento il letto alle mie spalle. L’uomo misterioso tende la sua mano verso di me e io, presa completamente da lui, mi avvicino lentamente. Così, l’uomo mi accarezza sulla guancia e mi bacia, per poi andare alle mie spalle; sposta i miei lunghi capelli a sinistra e abbassa il laccio della mia camicia da notte (anche questa rossa e bellissima) giu sulla mia spalla. Inizio a sentire il suo respiro sul collo, ma la cosa non mi da fastidio, anzi, stranamente mi piace. Mette la sua mano sulla mia spalla sinistra e inizia a baciare il mio collo lentamente, e io chiudo gli occhi, completamente persa tra le braccia di questa persona misteriosa. Dopo pochi secondi sento i suoi canini entrare nella mia carne, ma il dolore è accompagnato da piacere, e non ci faccio molto caso. Per qualche minuto l’uomo beve il mio sangue, e il contatto delle sue labbra sul mio collo ferito e insanguinato placa ogni dispiacere. Lascio cadere il candelabro a terra, l’uomo mi butta sul letto e morde stavolta la parte sinistra del mio collo. Io sono come in trans e il piacere è talmente grande che prendo i capelli di questo vampiro e lo incito a bere ancora di più, perchè mi sento completamente innamorata di lui. Passato più o meno un altro minuto, l’uomo stacca le sue labbra dalla mia pelle e se ne va, lasciandomi lì stesa sul letto con entrambi i lati del mio collo insanguinati.

Piccola premessa: io odio i film sui vampiri (come Twilight, Vampire Diaries ecc…) quindi non capisco l’origine di tutto questo. Anche se era solo un sogno, sembrava vero, fin troppo vero, e mi ha incuriosito molto. Vedrò di far disegnare ad un mio caro amico la scena con il vampiro 🙂

Tag:

Commenta questo Sogno

*

sogni nel sonno

incubi

sogni belli

sogni in veglia

progetti

visioni