Cose vecchie

Trlerler

Ho sognato che una persona che mi è mancata tornava e si distendeva sul mio letto con le braccia incrociate dietro la testa, come faceva di solito. Dovevo mettere a posto la mia camera ed era venuta ad aiutarmi, molto tranquillamente. L’ambientazione era bella perchè sembrava non di stare nel nostro tranquillo quartiere ma in un castello un po’ vecchio e scuro forse ma per niente inquietante (c’era anche l’Uomo lupo fuori!) e con il piano delle stanze non regolare e completamente parallelo alla terra.
Allora, sto facendo una pazzia, sto buttando via tutto quello che voglia ricattare un legame con i parenti, tranne le cose essenziali, ma da settimane non mi decido a dar via dei giochetti e dei peluche (anche se non ci gioco più). Nel sogno trovo vicino alla casetta di pollypoket un’altra casetta di pollypoket che, disse lei nel sogno, le appartenenva quando era piccola. Questa e altre cose erano in due mobiletti che lei mi aveva portato della nonna, la quale di solito mi compare nei sogni più belli e rassicuranti (tutti uguali). Ad un certo punto si fa notte e lei deve andare via, credo che abbia detto ad una festa. Chiusa un po’ la magia la mia stanza torna quasi nell’atmosfera di sempre e nella mia camera entrano mio padre e mia zia; il primo mi riprende chiedendomi perché ho i mobili della nonna materna e si arrabbia in quel modo un po’ lamentoso per farti venire compassione e fare quello che dice. Poi mi riprende perché ho riempito di cianfrusaglie i pollypoket e gli rispondo che è semplicemente il mio modo di far ordine e che è il posto migliore dove mettere quei piccoli oggetti. Ignoro un po’ senza fatica la loro presenza e vado nella camera della persona in questione, trovo sul suo comodino un libro che forse aveva letto, curiosità sui Galli, sui Romani (non era Asterix però) sul retro della copertina noto un’etichetta con quattro versi in rima scherzosi con il mio nome (un gioco che ci veniva ogni tanto per ridere), non ricordavo quando avevamo riso di quelle frasi, visto che sono quelle stupidaggini di cui ridi quando si è in due, ed ho pensato che le avesse scritte prima di andare via di nuovo, ma perché mai. Poi mi sono svegliata

Commenta questo Sogno

*

sogni nel sonno

incubi

sogni belli

sogni in veglia

progetti

visioni