Passato passato

Trlerler

Sogno di conoscere il senso di appartenenza, che ho già conosciuto, ma troppo tempo fa, e sogno che ritorni ad esistere di nuovo l’unico tempo che per me è esistito. Sogno di dire quello che vorrei dire, di fare quello che vorrei fare; e non di dire quello che non vorrei dire e di fare quello che non vorrei fare. Non credo che i desideri vengano puniti, se sono belli.
Però sembra una maledizione.
Sogno che per qualche miracolo il mio cervello ritorni come prima, o, se così non fosse, nonostante tutti gli sforzi, sogno di limitarmi a sentire di appartenere a qualcosa e ad avere una vita dignitosa…altrimenti meglio che le gambe non camminino, che la bocca non mangi e che i polmoni non respirino.
Vorrei che a tutti fosse concesso di seguire naturalmente il corso delle cose, che gli sforzi vengano ricompensati il doppio rispetto ai danni subìti alla salute. Vorrei che le persone che riescono a traformare ciò che c’è di brutto in bello non perdano questa capacità per danni gravi. Altrimenti, cosa rimane? Vorrei che la capacità di pregare non cessasse mai in nessuno.

Commenta questo Sogno

*

sogni nel sonno

incubi

sogni belli

sogni in veglia

progetti

visioni