Sottosopra

Trlerler

Dovevo partire per isole greche, ma prima della partenza mio fratello mi disse che era lui che doveva partire per isole greche e ho dovuto dargli il mio biglietto aereo, che avrebbe utilizzato per la nave. Eravamo convinti fosse agosto, ma in realtà era gennaio . Il giorno dopo sono comunque salita sulle nave per le isole greche: a terra la gente era contenta di andare in vacanza; sulla piccola nave era notte, faceva gelo, e mi dissero che non stavano andando in vacanza: stavano emigrando, e si chiedevano come potevo aver pensato che andassero in vacanza con l’espressione che avevano in volto. Sono scesa e sono tornata a casa. C’era mio fratello a cui ho chiesto come mai non era sulla nave per le isole greche e lui mi ha detto che era già tornato e che in vacanza era andata benissimo. Confusa ho deciso di fare un viaggio da sola, in treno, per i Balcani. In quel momento a salutarmi arriva F., una persona con me un po’ falsa per antipatia e che vive secondo bisogni abbastanza elementari. Scende dalle scale: aveva deciso di essere un cucciolo di toro nero a vita e si era trasformato. Era affettuoso, mi ha fatto le feste come un cane e aveva le corna non in testa, ma poco prima della coda, sulla schiena.
Poi è suonata la sveglia.

Commenta questo Sogno

*

sogni nel sonno

incubi

sogni belli

sogni in veglia

progetti

visioni